Comune di Carrara

Coronavirus: il punto del Sindaco di Carrara Francesco De Pasquale

Ricerca assistita
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
Altre Notizie
Icona freccia bianca
Home Page » Documentazione » Altre Notizie » lettura Notizie e Comunicati
Coronavirus: il punto del Sindaco di Carrara Francesco De Pasquale
Covid19
08-03-2020
Data di scadenza della notizia: 10-03-2020

Cari concittadini, dopo avervi segnalato quotidianamente le principali notizie sulle misure di contrasto alla diffusione del Coronavirus, invitandovi a seguire le norme igienico sanitarie che sono l’arma più efficace contro questa influenza, torno ad aggiornarvi più nello specifico sulla situazione nella nostra città.
Attualmente a Carrara ci sono due soli casi positivi, quelli della coppia di Codogno di cui vi ho parlato la scorsa settimana. La signora, la prima risultata positiva al tampone, dopo un breve ricovero al Noa, è stata dimessa e sta proseguendo la quarantena a casa, col marito, anche lui positivo al test.
Nei giorni successivi sono stati emanati solo ed esclusivamente provvedimenti di quarantena a carico di persone entrate in contatto con altri casi positivi, al di fuori della nostra città. Il numero dei provvedimenti, fino a venerdì è stato davvero molto contenuto, tanto che tra mercoledì e giovedì, c’era solo una persona in quarantena.
Il trend purtroppo ha subito una rapida impennata nella giornata di sabato quando ho firmato 14 ordinanze di quarantena. Voglio ricordare a tutti che si tratta di misure precauzionali nei confronti di chi è stato a contatto con persone contagiate e che non è affatto certo che tutte queste persone abbiano contratto la malattia.
E’ possibile però che nei prossimi giorni o nelle prossime settimane vengano rilevati altri contagi. Questo non deve creare panico o allarmismo. Vi invito ad affidarvi solo a fonti di informazioni affidabili e al riguardo vi segnalo che oggi ho formalizzato il mio esposto riguardo al messaggio Whatsapp circolato che nei giorni scorsi ha diffuso notizie false e tendenziose.
Vi ricordo che per difenderci dal Coronavirus abbiamo delle armi importanti. La prima è il rispetto di tutte le norme, dal periodo di isolamento alle prescrizioni di carattere più prettamente igienico sanitarie. Il decreto di questa notte del governo contiene alcune novità importanti che vi segnalo.
All’articolo 2 comma uno prevede la sospensione di manifestazioni, eventi e spettacoli di qualsiasi natura. Tra questi rientrano ad esempio il luna park di Marina di Carrara e le feste in programma  per l’8 marzo.
Sono sospese anche le attività di pub, scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse e sale bingo e discoteche; musei e biblioteche resteranno chiusi; i ristoranti potranno rimanere aperti, ma il gestore dovrà garantire la distanza di sicurezza di almeno un metro, obbligo valido per tutti gli esercizi commerciali.
Per i servizi sanitari, gli accompagnatori dei pazienti non potranno accedere a pronto soccorso e nelle sale di accesso dei dipartimenti di emergenza; sono sospese le viste nelle rsa, hospice, strutture di ospitalità, degenza e riabilitative, a eccezione dei casi indicati dai direttori sanitari.
Gli eventi sportivi sono sospesi, tranne quelli di livello agonistico che potranno tenersi solo senza pubblico e con controlli sugli atleti a carico delle società. L’apertura dei luoghi di culto è condizionata all’adozione di misure che garantiscano il rispetto della distanza di sicurezza di almeno un metro.
Il decreto inoltre dispone alcune misure di prevenzione: si raccomanda alle persone anziane o affette da patologie croniche di evitare il più possibile di uscire e di non recarsi in luoghi affollati; per tutti è consigliato di evitare gli spostamenti; Chi ha sintomi da infezione respiratoria, anche lievi, come raffreddore, tosse e febbre anche poco sopra i 37,5, DEVE RESTARE A CASA, limitare i contatti e avvisare il medico.
A seguito delle disposizioni dell’articolo 1 del decreto, e dell’istituzione delle nuove zone rosse, avvieremo un monitoraggio sulle cosiddette “seconde case” per vigilare sull’afflusso di persone da fuori in città.
Vi ricordo che non siamo soli ma abbiamo il supporto di tutti gli operatori del sistema sanitario, e dei volontari che collaborano ai servizi sanitari. Ringrazio tutti di cuore per il prezioso lavoro che stanno svolgendo.
In particolare, visto che oggi è l’8 marzo, voglio rivolgere un ringraziamento particolare alle donne che lavorano nella nostra sanità, e che in questi giorni stanno dimostrando se mai ce ne fosse ancora bisogno tutta la loro competenza e professionalità.
Con l’aiuto di questi professionisti e se ci atteniamo alle prescrizioni igienico sanitarie indicate dalle istituzioni, senza dare ascolto ai falsi allarmismi e alle sirene di chi vuole speculare anche sulla salute delle persone, riusciremo tutti insieme a superare questa difficile sfida.
In attesa di eventuali ulteriori disposizioni che potrebbero arrivare nelle prossime ore, visto che la situazione è in continua evoluzione, con l’impegno di tenervi aggiornati puntualmente sulle principali novità, vi saluto.
Il sindaco Francesco De Pasquale

maggiori informazioni:https://www.regione.toscana.it/-/coronavirus

Ultima modifica 11/03/2020

Notizie e Comunicati correlati

10-04-2015
- Grazie alla generosità di un cittadino, Nicola Borghini, una delle piazze più frequentate ....

Condividi questo contenuto

Note legali - Posta Elettronica Certificata - Privacy - Redazione Web - Responsabile del Procedimento di Pubblicazione - Responsabile sito - Termini e condizioni del servizio - Whistleblowing

Comune di Carrara - piazza 2 giugno, 1 - 54033 Carrara  - Codice Fiscale e Partita IVA: 00079450458

Telefono: +39 0585 6411 - Fax: +39 0585 641381 - E-mail: urp@comune.carrara.ms.it - Posta Elettronica Certificata: comune.carrara@postecert.it

Il portale del Comune di Carrara č un progetto realizzato da ISWEB S.p.A. con la soluzione eCOMUNE

- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Carrara è sviluppato con il CMS ISWEB® di ISWEB S.p.A.