Comune di Carrara

Centro Antiviolenza "Donna chiama Donna"

Ricerca assistita
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
Centro Antiviolenza "Donna chiama Donna"
Icona freccia bianca
Home Page » Documentazione » I servizi del comune » Sostegno Donna e Pari Opportunità » Centro Antiviolenza "Donna chiama Donna"

Settore Servizi Sociali / Servizi Abitativi

Unità Organizzativa Servizio Sociale Professionale


DOVE SIAMO E CONTATTIIl Centro Antiviolenza "Donna chiama Donna" si trova in Via Carriona 42 a Carrara

ORARIO DI APERTURA:

Lunedì: 9.00-12.30
Mercoledì: 9.00-12.30
Venerdì: 9.00-12.30
Martedì: 15.00-18.30
Giovedì: 15.00-18.30

RECAPITI TELEFONICI

Tel, Fax e Segreteria telefonica: 0585 71299

Numero di emergenza 24/24h  7/7 gg anche nei festivi

Numero Verde    800 59 27 44

Cellulare              345 7975 099

 

RETE ANTIVIOLENZA NEL COMUNE DI CARRARA

Nel 2003 il Comune di Carrara ha realizzato il progetto “Centro di Ascolto – Donna chiama Donna” al fine di cercare di rispondere alle esigenze di ascolto e sostegno rivolto a donne che, nelle loro relazioni interpersonali, nelle relazioni di coppia, in famiglia, in ambito lavorativo o in altri contesti sociali, vivono o hanno vissuto situazioni di sopraffazione, di disagio psicologico, fisico, sessuale e/o economico.

Il servizio, completamente gratuito, svolto in continuità da allora ad oggi, viene offerto a tutte le donne indipendentemente dalla loro nazionalità, etnia, lingua, cultura, religione e situazione economica.

Il Centro Antiviolenza “Donna chiama Donna” è stato inserito da subito tra le strutture attive collegate al numero di pubblica utilità 1522 “Antiviolenza Donna” dedicato al supporto, alla protezione e all'assistenza delle donne vittime di maltrattamenti e violenze. Istituito l'8 Marzo 2006 dal Dipartimento per le Pari Opportunità, il 1522 ha iniziato nel 2009 (L.38/2009) un’azione di sostegno anche nei confronti delle vittime di stalking.

La Mappatura è lo strumento principale ad uso delle operatrici del call center in relazione all’offerta di risposte concrete agli utenti che si rivolgono al 1522 attraverso l’indicazione dei servizi operanti a livello territoriale

Mappa dei centri antiviolenza e delle case rifugio in Italia

 

MISSION

Il Centro Antiviolenza “Donna chiama Donna” è finalizzato a contrastare ogni a forma di violenza di genere e a realizzare attività e corsi di formazione per volontari riguardo alle tematiche “differenze di genere” e “violenza su donne e minori”, promuovendo periodicamente incontri pubblici e presso gli istituti scolastici come metodologia di intervento permanente alla sensibilizzazione alla percezione di genere tramite questionari, momenti di riflessione e di confronto per contribuire alla cultura del rispetto altrui sia a scuola che nell’ambito sociale nei suoi diversi aspetti.

Il servizio è gestito dal CIF Carrara Onlus, associazione iscritta nel registro Regionale delle Associazioni di volontariato al n.166 del 07/11/2008 con Decreto n.32/P della sezione provinciale di Massa-Carrara.

 

SERVIZI

Il servizio, svolto da un team professionale tutto al femminile che vede coinvolte operatrici, avvocate, psicologhe, psicoterapeute e assistenti sociali, offre:


• ascolto telefonico per informazioni di prima necessità;
• informazioni e sostegno a chi segnala situazioni di donne che subiscono violenza;
• uno spazio protetto e non giudicante, dove possono trovare ascolto tramite colloqui individuali;
• informazioni, sostegno e conforto alle donne per riconoscere e valutare le conseguenze della violenza;
• strumenti ed informazioni circa i diritti, le risorse e le strategie al fine di restituire alle donne autonomia e consapevolezza valorizzando le loro risorse personali e quelle esterne su cui possono contare;
• sostegno affinché le donne possano prendere le decisioni più opportune per loro stesse;
• una equipe di operatrici e professioniste in rete con altre istituzioni a sostegno della donna che subisce violenza e dei suoi figli e figlie;
• assistenza legale;
• assistenza psicologica;
• assistenza sociale;
• gruppi di auto-mutuo aiuto finalizzati al rafforzamento personale e all’uscita dall’isolamento;
• accompagnamento nella presa di contatto con i Servizi Sociali, Sociosanitari (Consultori Asl e Codice Rosa), con le Forze dell’Ordine e i Tribunali nel disbrigo di pratiche;
• presenza di un’operatrice che intrattenga i/le figli/e durante lo svolgimento del colloquio nel caso la donna preavvisi la necessità di portarli con sé.

I servizi offerti dal Centro sono gratuiti

Il servizio garantisce la privacy, il rispetto della persona, il segreto professionale, la tutela dell’anonimato e della riservatezza sia nella fase di intervento diretto che a percorso concluso. La scheda per la rilevazione dei dati anagrafici, nonché quelli relativi alla donna, alla sua storia e al suo percorso, con allegata l’informativa ed il consenso della privacy da firmare ai sensi del D.l. 30 giugno 2003 n.196, sono custodite in modo che non ci sia pericolo che vengano indebitamente divulgati all’esterno.

PROFESSIONALITA'

Le operatrici coinvolte sono tutte volontarie del soggetto gestore (CIF Carrara) ed hanno sviluppato competenze professionali attraverso percorsi formativi specifici sulle tematiche connesse alla violenza di genere tramite l’esperienza diretta di ascolto, accoglienza e relazione con le donne che hanno contattato il servizio, nonché la costante supervisione interna al Centro e al confronto periodico con gli altri Centri toscani e non con cui il Centro Donna Chiama Donna è in rete. Le consulenti avvocate e psicologhe, di consolidata esperienza, operano all’interno del Centro da anni e sono regolarmente iscritte ai rispettivi albi professionali.

Operatrici: Raimondi Simona (coordinatrice Centro), Barbieri Irene, Fangano Rachele, Martini Marina, Vatteroni Barbara.

Referente Codice Rosa: Pisani Nella

Consulenti Avvocate: Borghini Angela, Guadagni Elena

Consulenti Psicologhe: Benassi Chiara, Corsi Claudia

Assistente Sociale referente per l'Amministrazione: Gentile Adriana

Responsabile legale della gestione del Centro: Menconi Francesca

 

COORDINAMENTI E COLLABORAZIONI IN RETE

Codice Rosa Pronto Soccorso dell’Azienda Asl n. 1 di Massa-Carrara
Il Centro collabora con il Codice Rosa del Pronto Soccorso dell’Azienda Asl n.1 di Massa-Carrara quanto a informazioni e formazione delle operatrici e del personale medico ed infermieristico.
La responsabile del Codice Rosa del Pronto Soccorso dell’Azienda Asl n. 1 di Massa-Carrara è la Dott.ssa Patrizia Vannucci
Tel. 0585657390 - email: p.vannucci@usl1.toscana.it

La referente per Centro per il Codice Rosa è la Dott.ssa Nella Pisani, medico facente parte dell’equipe Codice Rosa del Pronto Soccorso distretto di Carrara e consigliera CIF Carrara.

Consultori dell’Azienda Asl n. 1 di Massa-Carrara
Il Centro collabora con il Consultorio dell’Azienda Asl n.1 di Massa-Carrara quanto a informazioni e formazione delle operatrici.
La Responsabile del Consultorio dell’Azienda Asl n.1 di Massa-Carrara è la Dott.ssa Donatella Romagna
Tel. 0585/493722 - email: d.romagna@usl1.toscana.it

Polizia di Stato
Il centro collabora con la Polizia di Stato in diretto contatto con il Commissariato di Carrara.
Tel. chiamate emergenza 113
Tel. 0585-76351

Carabinieri
Il centro collabora con il Comando dei Carabinieri di Carrara.
Tel. chiamate emergenza 112
Tel: 0585 7614

Centri antiviolenza
- Centro Antiviolenza D.U.N.A. a Massa
- Centro Donna Lunigiana

Il CIF Carrara fa parte del Coordinamento tra centri ascolto e antiviolenza della Toscana costituito nel maggio 2014 per l’elaborazione e valorizzazione dei saperi elaborati dai Centri, di promozione di buone pratiche, di impegno per una crescita culturale che conduca ad una condanna sociale del fenomeno della violenza contro le donne. L’appartenenza al coordinamento consente una stretta collaborazione del Centro Donna Chiama Donna con:
Associazione Ippogrifo di Livorno, gestore del Centro Antiviolenza e Sportello Antistalking Centro Donna del Comune di Livorno;
Centro Aiuto Donna Lilith delle PP.AA.RR. ONLUS di Empoli
Centro Associazione Sabine di Montignoso

Associazioni del Territorio
Il Centro è in rete con molteplici realtà associative del territorio di Massa-Carrara con le quali attua progetti in partnership e alle quali si rivolge nel caso di problematiche specifiche delle donne che si rivolgono al Centro: Caritas diocesana, Centro Aiuto alla Vita, CIF Massa, Acca, Afaph, Associazione Vivere i Quartieri, Cittadini del Mondo, Comitato Diana, Co.M.P.A.S.S. Cooperativa Sociale Onlus – Centro Donna Lunigiana, Fasim, Ogap, Sabine, San Vincenzo de Paoli, Sentiero Armonioso.

RISORSE

Convegni - campagne di sensibilizzazione - corsi di formazione

Il Centro Donna chiama Donna collabora stabilmente con l'associazione del CIF Carrara per:
• organizzare convegni e dibattiti pubblici per approfondire la tematica della violenza e per incidere sull’opinione pubblica, i mass media, le istituzioni;
• promuove campagne di sensibilizzazione e prevenzione, presso gli istituti scolastici come metodologia di intervento permanente alla presa di consapevolezza della percezione di genere tramite questionari, momenti di riflessione e di confronto per contribuire alla cultura del rispetto altrui sia a scuola che nell’ambito sociale nei suoi diversi aspetti e per diffondere la conoscenza del Centro Donna Chiama Donna;
• promuovere periodicamente convegni e corsi di formazione per volontari riguardo alle tematiche “cultura della parità e pari opportunità di genere”, le “differenze di genere”, il contrasto di tutte le forme di “violenza su donne e minori” in risposta ai bisogni del territorio;
• promuove sondaggi e ricerche indagine conoscitiva della fenomenologia della violenza che si esprime nel territorio con la metodologia criminologica in collaborazione con l’Università di Pisa;
• in accordo con il Settore Sociale e gli Istituti scolastici, organizza, visite e stage, negli orari in cui non è prevista l’accoglienza delle donne vittime di violenza, per far conoscere la realtà del Centro.

La Biblioteca di genere
Il Centro offre la possibilità di consultare i testi conservati presso il Centro e di consultare on line il catalogo dei testi della Biblioteca di genere del CIF Carrara con conseguente possibilità di averne una copia in prestito.

Raccolta dati

Il Centro svolge attività di raccolta e analisi di dati e di informazioni sul fenomeno della violenza. Dal 2010 ad oggi, i report degli accessi al servizio sono stati inviati alla Regione come da Scheda predisposta dalla Regione per l’Osservatorio Regionale.

RICHIESTE-SEGNALAZIONI-RECLAMI

Possono essere presentate richieste, osservazioni, proposte e/o reclami che neghino o limitino, direttamente o indirettamente, la fruizione dei servizi e delle attività. Tali comunicazioni devono pervenire in forma scritta attraverso una lettera firmata a mezzo email, email certificata, fax, raccomandata A/R e co-indirizzate a:

1) Prof.sa Fiorella Fambrini, Assessore alle Politiche e Servizi Sociali
Comune di Carrara, Piazza Due Giugno, 1- 54033 Carrara (MS)
email: fiorella.fambrini@comune.carrara.ms.it
email certificata: comune.carrara@postecert.it

2) Dott.ssa Tommasini Daniela, Dirigente Servizi Sociali
Comune di Carrara, Piazza Due Giugno, 1 - 54033 Carrara
email: daniela.tommasini@comune.carrara.ms.it
email certificata: comune.carrara@postecert.it

3) CIF Carrara, Presidente Menconi Francesca
Via D’Azeglio 3, 54033 Carrara, (MS)- Tel. 3939336040 - Fax. 0585/71299
email: cifcarrara@cifcarrara,net
email certificata: cif.carrara.ms@pec.it

E’ altrimenti possibile fare le segnalazioni e o reclamare di persona prendendo un appuntamento con la Referente dell’U.O. politiche di genere, Dott.ssa Francesca Giusti (Tel. 0585 641534- Fax: 0585 641242) che ascolterà e raccoglierà il reclamo, che deve essere comunque sottoscritto. Le osservazioni, le comunicazioni e i reclami dovranno essere inviati o comunicati entro 15 giorni dal momento in cui la utente e/o il familiare sia venuta a conoscenza di quanto ritenuto lesivo dei propri diritti. Ai reclami si garantisce una risposta scritta entro 15 giorni.

ALLEGATI


icona- Carta dei servizi Centro Antiviolenza "Donna chiama Donna"_aggiornata

Ultima modifica

venerdì 11 ottobre 2019

Condividi questo contenuto

Note legali - Posta Elettronica Certificata - Privacy - Redazione Web - Responsabile del Procedimento di Pubblicazione - Responsabile sito - Whistleblowing

Comune di Carrara - piazza 2 giugno, 1 - 54033 Carrara  - Codice Fiscale e Partita IVA: 00079450458

Telefono: +39 0585 6411 - Fax: +39 0585 641381 - E-mail: urp@comune.carrara.ms.it - Posta Elettronica Certificata: comune.carrara@postecert.it

Il portale del Comune di Carrara è un progetto realizzato da ISWEB S.p.A. con la soluzione eCOMUNE

- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Carrara è sviluppato con il CMS ISWEB® di ISWEB Srl www.internetsoluzioni.it