Comune di Carrara

mudaC - museo delle arti Carrara

Ricerca assistita
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
mudaC - museo delle arti Carrara
Icona freccia bianca
Home Page » Documentazione » I servizi del comune » Cultura » mudaC - museo delle arti Carrara

DOVE RIVOLGERSI

Settore: Cultura e Biblioteche/Servizi Educativi e Scolastici - U.O. Sistema Museale, Servizi e Attività Artistiche e Culturali

mudaC (museo delle arti Carrara)

Sede: Via Canal del Rio 1 loc. San Francesco (ingresso carrabile da Via Don Minzoni)
Tel 0585 779681 E-mail mudac@comune.carrara.ms.it
Orario di apertura invernale (dal 15 settembre al 31 maggio): mercoledì dalle ore 17:00 alle ore 21:00, dal giovedì alla domencia dalle ore 9:30 alle ore 12:30 e dalle ore 15.00 alle ore 17.00 (chiuso il lunedì e il martedì)
Orario di apertura estivo ( giugno – 14 settembre):  martedì, giovedì, venerdì sabato e domenica dalle ore 17:00 alle ore 21:00, mercoledì dalle ore 17:00 alle ore 23:00 (chiuso il lunedì).
Titolo d’accesso:
Biglietto intero € 5,00; Biglietto Intero cumulativo per visita dei tre musei € 10,00
Biglietto ridotto € 3,00; Biglietto ridotto cumulativo per visita dei tre musei € 6,00
Ingresso gratuito: bambini sotto i sei anni di età, accompagnatori di comitive, membri ICOM, guide turistiche, giornalisti e per tutti i visitatori la prima domenica di ogni mese. E’ facoltà dell’Amministrazione prevedere giornate di apertura gratuita in occasione di particolari iniziative.
Riduzioni: le riduzioni si applicano agli studenti, agli ultrasessantacinquenni, alle comitive composte da oltre 10 persone, visitatori mostre Fondazione Conti, utenti con biglietto corsa urbana e/o abbonamento mensile CTT Compagnia Toscana trasporti srl .


Causa emergenza Covid 19, come da DPCM del 08/03/2020, il mudaC è attualmente chiuso al pubblico.

Il mudaC | museo delle arti di Carrara è una istituzione culturale dedicata alle arti contemporanee. Dal 2012 il Museo ha sede all’interno dell’ex Convento seicentesco di San Francesco e ospita una collezione di opere d’arte di proprietà del Comune di Carrara, che dal Secondo Dopoguerra ad oggi testimonia il forte legame della città con la produzione artistica con l’industria del marmo della città e del territorio, tracciandone le evoluzioni in rapporto ai diversi linguaggi del contemporaneo. La collezione è costituita da opere di artisti di fama nazionale e internazionale che hanno lavorato ed esposto a Carrara dalla seconda metà del XX secolo ad oggi, dalla Biennale Internazionale di Scultura (1957) con i premi acquisto e le donazioni delle edizioni storiche dal 1957 al 1973, alle opere delle edizioni più recenti della Biennale (dal 2006 al 2010), caratterizzate da una maggiore sperimentazione artistica e dall’uso di tecniche esecutive sempre più innovative. Parte della collezione è formata dalle opere realizzate per “Disegnare il marmo” che nel 2004 ha coinvolto numerosi artisti internazionali, alcuni dei quali si sono misurati per la prima volta con le molteplici declinazioni possibili del marmo, anche attraverso l’innovazione tecnologica applicata alla lavorazione. Il mudaC organizza periodicamente eventi culturali ed espositivi, laboratori didattici dedicati alle scuole di ogni ordine e grado, incontri aperti al pubblico e indirizzati al coinvolgimento della comunità. Nel 2020 il Museo ha ottenuto il prestigioso riconoscimento di museo di rilevanza regionale della Regione Toscana. Tra gli artisti presenti nella collezione permanente: Alberto Viani, Giuliano Vangi, Nardo Dunchi, Carlo Sergio Signori, Augusto Perez, Mirko (Basaldella), Jannis Kounellis, Giuseppe Spagnulo, Augustin Cardenas, Carol Rama, Andrea Branzi, Cyprien Gaillard, Nunzio, Denis Santachiara, David Tremlett, e altri. Sul portale www.musei.carrara.ms.it è presente una più ampia presentazione del patrimonio museale.

Fanno parte della collezione di arte contemporanea del Comune anche le opere di Arte ambientale conservate presso il Parco della Padula di Carrara. Le opere di artisti di fama internazionale sono state realizzate in occasione dell’XI Biennale di Scultura del 2002 “Scolpire il marmo” a cura di Giuliano Gori, e collocate all’interno del suggestivo paesaggio naturale del Parco. Tra queste: Dani Karavan “Crescita” (2002), Sol Lewitt “Curved Wall” (2002), Robert Morris “La nottola di Hegel” (2001-2002), Ian Hamilton Finlay “Omaggio a Rousseau” (2002), Mario Merz “Abbiamo visite” (2002), Luigi Mainolfi “Ballerine” (2002), Claudio Parmiggiani “Senza titolo” (2002).

Il mudaC, inserito tra le sedi cittadine dell’ufficio di stato civile, offre inoltre ai cittadini la possibilità di svolgere celebrazione di riti e unioni civili all’interno del contesto architettonico dell’ex Convento.


Personale
Il servizio di apertura, chiusura e accoglienza al pubblico è garantito da Nausicaa S.p.A.con apposito contratto di servizio.

Per gli anni 2019 e 2020 la direzione scientifica è affidata alla Prof.ssa Laura Barreca email direzione_mudac@comune.carrara.ms.it

 

VIRTUAL TOUR

 

Modulo per celebrazioni matrimoni civili e dichiarazione di costituzione di unioni civili

Ultima modifica

giovedì 16 luglio 2020

Condividi questo contenuto

Note legali - Posta Elettronica Certificata - Privacy - Redazione Web - Responsabile del Procedimento di Pubblicazione - Responsabile sito - Whistleblowing

Comune di Carrara - piazza 2 giugno, 1 - 54033 Carrara  - Codice Fiscale e Partita IVA: 00079450458

Telefono: +39 0585 6411 - Fax: +39 0585 641381 - E-mail: urp@comune.carrara.ms.it - Posta Elettronica Certificata: comune.carrara@postecert.it

Il portale del Comune di Carrara è un progetto realizzato da ISWEB S.p.A. con la soluzione eCOMUNE

- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Carrara è sviluppato con il CMS ISWEB® di ISWEB Srl www.internetsoluzioni.it