Comune di Carrara

PUBBLICITA': imposta

Ricerca assistita
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
PUBBLICITA': imposta
Icona freccia bianca

DOVE RIVOLGERSISettore:  Entrate / Attività Produttive - U.O. Imposta di pubblicità e Pubbliche affissioni/ controllo concessionari
Settore: Urbanistica e S.U.A.P - U.O. S.U.A.P. (Ufficio preposto per l’ottenimento delle autorizzazioni all’installazione di impianti pubblicitari)

Società: I.C.A. S.r.l.
Sede: Carrara, Via Manzoni, n°1- 54033
Orario apertura al pubblico: da lunedì a venerdì dalle ore 8:30 alle ore 13:00, il sabato dalle ore 9:00 alle ore 12:00 e il martedì dalle 14:30 alle 17:00
Telefono: 0585 70349
Fax: 0585 70349
Email: ica.carrara@icatributi.it

Sito concessionaria: www.icatributi.it
Ufficio preposto per la presentazione della denuncia di attività  e per le informazioni sull'applicazione delle tariffe relative all'Imposta sulla pubblicità

DESCRIZIONEL’imposta sulla Pubblicità è dovuta in caso di diffusione di messaggi pubblicitari effettuata attraverso forme di comunicazioni visive o acustiche in luoghi pubblici o aperti al pubblico o che sia da tali luoghi percepibile. Ai fini dell’imposizione si considerano rilevanti i messaggi diffusi nell’esercizio di una attività economica allo scopo di promuovere la domanda di beni e servizi ovvero finalizzati a migliorare l’immagine del soggetto pubblicizzato.
Soggetto passivo dell’imposta sulla pubblicità, tenuto al pagamento in via principale, è colui che dispone a qualsiasi titolo del mezzo attraverso il quale il messaggio pubblicitario viene diffuso. È solidalmente obbligato al pagamento dell’imposta colui che produce o vende la merce o fornisce i servizi oggetto della pubblicità.
L’imposta sulla pubblicità si determina in base alla superficie della minima figura piana geometrica in cui è circoscritto il mezzo pubblicitario indipendentemente dal numero dei messaggi in esso contenuti. Le superfici inferiori ad un metro quadrato si arrotondano per eccesso al metro quadrato e le frazioni di esso, oltre il primo, a mezzo metro quadrato, non si fa luogo ad applicazione di imposta per superfici inferiori a trecento centimetri quadrati.

DICHIARAZIONE E PAGAMENTO
Il soggetto passivo è tenuto prima di iniziare la pubblicità a presentare all’I.C.A. S.r.l. apposita dichiarazione nella quale devono essere indicate le caratteristiche, la durata della pubblicità e l’ubicazione dei mezzi pubblicitari utilizzati. La dichiarazione annuale della pubblicità ha effetto anche per gli anni successivi purché non si verifichino modificazioni degli elementi dichiarati cui consegua un diverso ammontare dell’imposta dovuta. La pubblicità si intende prorogata con il pagamento della relativa imposta entro il 31 gennaio dell’anno di riferimento (o altra data indicata nell’avviso di scadenza che viene emesso nei termini) sempre che non venga presentata denuncia di cessazione. Qualora venga omessa la presentazione della dichiarazione la pubblicità accertata d’ufficio si presume effettuata in ogni caso con decorrenza dal primo gennaio dell’anno in cui è stata censita.

Il pagamento dell'Imposta può essere effettuato, indicando nella causale i dati relativi ai mezzi pubblicitari esposti, mediante le seguenti modalità:
- versamento a mezzo di bollettino c/c postale con n. 1040288381, intestato a COMUNE DI CARRARA - IMPOSTA PUBBLICITÀ E AFFISSIONI
- versamento mediante bonifico su c/c bancario (allo sportello oppure on-line), IBAN: IT24Z0760113600001040288381, intestato a COMUNE DI CARRARA - IMPOSTA PUBBLICITÀ E AFFISSIONI

Per la pubblicità relativa a periodi inferiori all´anno solare l´imposta deve essere corrisposta in unica soluzione; per la pubblicità annuale l´imposta può essere corrisposta in rate trimestrali anticipate qualora sia di importo superiore a euro 1.549,37.

AVVERTENZELa dichiarazione di effettuazione pubblicità da presentare presso I.C.A. S.r.l. non sostituisce in alcun modo l’istanza di autorizzazione per l’installazione ed esposizione di impianti pubblicitari.
Pertanto prima di installare ed esporre qualsiasi impianto pubblicitario occorre presentare apposita domanda di autorizzazione presso l’U.O. Sportello Unico Attività Produttive (S.U.A.P.) del Comune di Carrara.

RIMBORSIIl rimborso delle somme versate e non dovute deve essere richiesto dal contribuente all’ I.C.A. S.r.l. entro il termina di cinque anni dal giorno del versamento, ovvero da quello in cui è stato accertato il diritto alla restituzione. L’I.C.A. S.r.l. deve provvedere ad avviare la pratica per il rimborso che dovrà essere effettuato entro centottanta giorni dalla data di presentazione dell’istanza.

RIDUZIONI Le principali riduzioni dell’Imposta sono previste:
per la pubblicità effettuata da Comitati, Associazioni, Fondazioni e da ogni altro ente che non abbia scopo di lucro;
per la pubblicità relativa a manifestazioni politiche, sindacali e di categoria, culturali, sportive, filantropiche e religiose, da chiunque realizzate, con il patrocinio o la partecipazione di enti Pubblici Territoriali;
per la pubblicità relativa a festeggiamenti patriottici, religiosi, a spettacoli viaggianti e di beneficenza.
Per le riduzioni dell’Imposta sulla Pubblicità si rimanda all’art. 16 del Decreto Legislativo n. 507 del 15/11/1993 e all’art. 49 del Regolamento comunale approvato con Deliberazione C.C. n. 29 del 30/03/2007.

ESENZIONILe principali esenzioni dall’Imposta sono previste per:
la pubblicità realizzata all´interno dei locali adibiti alla vendita di beni o alla prestazione di servizi quando si riferisca all´attività negli stessi esercitata, nonché i mezzi pubblicitari, ad eccezione delle insegne, esposti nelle vetrine e sulle porte di ingresso dei locali medesimi purché siano attinenti all´attività in essi esercitata e non superino, nel loro insieme, la superficie complessiva di mezzo metro quadrato per ciascuna vetrina o ingresso;
gli avvisi al pubblico esposti nelle vetrine o sulle porte di ingresso dei locali, o in mancanza nelle immediate adiacenze del punto di vendita, relativi all´attività svolta, nonché quelli riguardanti la localizzazione e l´utilizzazione dei servizi di pubblica utilità, che non superino la superficie di mezzo metro quadrato e quelli riguardanti la locazione o la compravendita degli immobili sui quali sono affissi, di superficie non superiore ad un quarto di metro quadrato;
le insegne, le targhe e simili apposte per l´individuazione delle sedi di comitati, associazioni, fondazioni ed ogni altro ente che non persegua scopo di lucro;
le insegne, le targhe e simili la cui esposizione sia obbligatoria per disposizione di legge o di regolamento sempre che le dimensioni del mezzo usato, qualora non espressamente stabilite, non superino il mezzo metro quadrato di superficie.
le insegne di esercizio di attività commerciali e di produzione di beni o servizi che contraddistinguono la sede ove si svolge l´attività cui si riferiscono, di superficie complessiva fino a 5 metri quadrati. Per insegna di esercizio si intende il nome della ditta o l’indicazione dell’attività svolta (es. bar Rossi Antonio – ferramenta Bianchi).
Resta fermo che ove la superficie dovesse eccedere i cinque metri quadri, l’imposta è dovuta per l’intera superficie occupata dalle insegne senza applicazione di alcuna franchigia.
Per le esenzioni dall’Imposta sulla Pubblicità si rimanda all’art. 17 del Decreto Legislativo n. 507 del 15/11/1993 e all’art. 50 del Regolamento comunale approvato con Deliberazione C.C. n. 29 del 30/03/2007.

DEFINIZIONE AGEVOLATA DELLE INGIUNZIONI

La definizione agevolata delle ingiunzioni è disciplinata dall’art. 6-ter del D.L. 193/2016, secondo le disposizioni e modifiche introdotte dall’articolo 1, comma 11-quater del D.L. 16 ottobre 2017, n. 148, nonché dal Regolamento per la definizione agevolata delle ingiunzioni di pagamento notificate entro il 16 ottobre 2017.
Per aderire alla definizione agevolata delle ingiunzioni di pagamento è necessario compilare in ogni sua parte l’apposito Modulo, il quale deve essere firmato dal debitore o dal soggetto che è obbligato a porre in essere gli adempimenti per conto dello stesso, ovvero è tenuto insieme con questi o in suo luogo al pagamento del debito; andrà successivamente presentato al Concessionario I.C.A. S.r.l., con riferimento al tributo gestito, a pena di decadenza entro il 15 aprile 2018 con una delle seguenti modalità:
• a mezzo di P.E.C. al Concessionario I.C.A. S.r.l. (PEC: info@pec.icatributi.com);
• a mezzo raccomandata, all’indirizzo del Concessionario I.C.A. S.r.l. (Via Manzoni 1 - 54033 CARRARA);
• con consegna a mano all’Ufficio del Concessionario I.C.A. S.r.l. (Via Manzoni 1 - 54033 CARRARA).

A seguito della presentazione dell’istanza di definizione agevolata sono sospesi i termini di prescrizione e di decadenza per il recupero delle somme oggetto di detta istanza.

Entro il 31 maggio 2018 il Concessionario, per le entrate dallo stesso gestite, deve comunicare al debitore l’esito dell’istruttoria con l’indicazione, in caso di accoglimento dell’istanza, dell’ammontare complessivo delle somme dovute per la definizione agevolata con le relative scadenze.

I Moduli predisposti sono di due tipologie:
Modulo D1 modulo “ordinario”;
Modulo D2 se la richiesta di accesso alla definizione agevolata riguarda debiti oggetto di “proposte di accordo o del piano del consumatore”, come previsto dal capo II, sezione prima, della legge 27 gennaio 2012 n. 3;

RIFERIMENTI NORMATIVI
Decreto Legislativo n. 507 del 15 novembre 1993 - “Revisione ed armonizzazione dell’imposta comunale sulla pubblicità e del diritto sulle pubbliche affissioni, …”;
Deliberazione del Consiglio Comunale n. 29 del 30 marzo 2007 – “Regolamento comunale per la disciplina della pubblicità e delle affissioni e per l’applicazione dell’Imposta sulla Pubblicità e del Diritto sulle Pubbliche Affissioni”;
Deliberazione del Consiglio Comunale n. 41 del 11 aprile 2007 – “Piano Generale degli Impianti Pubblicitari”;
Deliberazine del Consiglio Comunale n. 5 del 1 febbraio 2017 - "Regolamento per la definizione agevolata delle ingiuzioni di pagamento".
Deliberazione del Consiglio Comunale n. 6 del 31 gennaio 2018 - "Regolamento per la definizione agevolata delle ingiunzioni di pagamento NOTIFICATE ENTRO IL 16 OTTOBRE 2017"

MODULISTICA


 - Domanda di autorizzazione per nuova installazione o sostituzione di insegne di esercizio

 - Domanda di rinnovo per installazione di insegne di esercizio

 - Domanda di installazione per pubblicità esterna permanente

 - Domanda per installazione di pubblicità esterna temporanea

 - Dichiarazione di effettuazione pubblicità (Modulo 21)

 - Istanza di annullamento in autotutela ICP

 - Istanza di rateazione ICP

 - Istanza di rimborso ICP

 - Istanza di accertamento con adesione

 - Comunicazione di avvenuto ravvedimento operoso

 - Modulo D1 - Definizione agevolata ingiunzioni di pagamento

 - Modulo D2 - Definizione agevolata ingiunzioni di pagamento per proposte di accordo o di piano del consumatore

 - Tariffe Imposta sulla pubblicità e Diritto sulle pubbliche affissioni

 - Carta dei servizi relativa alla concessione affidata alla società I.C.A. S.r.l.

Ultima modifica

venerdì 09 febbraio 2018

Condividi questo contenuto

Note legali - Posta Elettronica Certificata - Privacy - Redazione Web - Responsabile del Procedimento di Pubblicazione - Responsabile sito - Whistleblowing

Comune di Carrara - piazza 2 giugno, 1 - 54033 Carrara  - Codice Fiscale e Partita IVA: 00079450458

Telefono: +39 0585 6411 - Fax: +39 0585 641381 - E-mail: urp@comune.carrara.ms.it - Posta Elettronica Certificata: comune.carrara@postecert.it

Il portale del Comune di Carrara è un progetto realizzato da ISWEB S.p.A. con la soluzione eCOMUNE

- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Carrara è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it