Comune di Carrara

ORDINANZA USO IMPROPRIO ACQUA POTABILE- Fino al 30 settembre è vietato l'uso dell'acqua del pubblico acquedotto per usi impropri

Ricerca assistita
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
Altre Notizie
Icona freccia bianca
Home Page » Documentazione » Altre Notizie » lettura Notizie e Comunicati
ORDINANZA USO IMPROPRIO ACQUA POTABILE- Fino al 30 settembre è vietato l'uso dell'acqua del pubblico acquedotto per usi impropri
Rete idrica
01-08-2016
Data di scadenza della notizia: 30-09-2016

A seguito della comunicazione trasmessa da GAIA, gestore unico dei servizi idrici, nella quale si invitano i Comuni ad emanare una apposita ordinanza affinché vengano soppressi abusi di singoli che potrebbero causare disservizi su una larga fascia della popolazione, il Sindaco Angelo Zubbani ha firmato un provvedimento al fine di limitare il consumo improprio di acqua sul territorio comunale.
Fino al 30 settembre è rigorosamente vietato l’uso dell’acqua del pubblico acquedotto per usi impropri e sono vietati i prelievi abusivi.
In particolare è vietato prelevare acqua dalle fontane pubbliche per usi diversi dall’alimentazione, dai servizi igienici e dagli altri impieghi ordinari domestici, anche applicando alle bocche delle fontane tubi di gomma allo scopo di convogliare l’acqua. E’ vietato anche prelevare acqua dalle bocche di innaffiamento stradale e dei pubblici giardini e lavaggio delle fognature se non da persone a questo autorizzate e per gli usi cui tali prese sono destinate. E ancora, è vietato prelevare acqua dagli idranti antincendio installati nelle strade se non per spegnimento di incendi.
L’Ordinanza  vieta, inoltre, di alimentare con acqua proveniente da pubblico acquedotto gli impianti di irrigazione a servizio di superfici, di orti e giardini privati; di utilizzare acqua proveniente dal pubblico acquedotto per innaffiare e irrigare superfici adibite ad attività sportive, sia pubbliche che private; di utilizzare la  risorsa idrica proveniente da pubblico acquedotto per l’alimentazione di impianti di climatizzazione, per il riempimento delle piscine private, fatte salve quelle di proprietà pubblica o privata destinate ad un utenza pubblica (quali piscine pubbliche o ad uso collettivo inserite in strutture adibite ad attività turistico-alberghiere, agrituristiche e ricettive). E’ fatto, comunque obbligo di concordare modalità e tempi di riempimento con il soggetto Gestore del Servizio Idrico Integrato.
E’ vietato l’uso dell’acqua proveniente dal pubblico acquedotto per il lavaggio di automezzi, per operazioni di pulizia e lavaggio delle fosse biologiche ed è assolutamente vietata a chiunque la manovra delle saracinesche installate sulla rete degli acquedotti e sulle fontane pubbliche o presso pubblici lavatoi o abbeveratoi.
Si invitano tutti i cittadini ad utilizzare con la massima parsimonia l’acqua potabile anche per esigenze domestiche.

L’Ordinanza è consultabile all'Albo Pretorio
 

Ultima modifica 12/09/2016

Notizie e Comunicati correlati

29-05-2018
- Dopo Noceto e Castelpoggio, a breve partiranno i lavori anche per la metanizzazione di Colonnata.     Italgas ....

Condividi questo contenuto

Note legali - Posta Elettronica Certificata - Privacy - Redazione Web - Responsabile del Procedimento di Pubblicazione - Responsabile sito - Whistleblowing

Comune di Carrara - piazza 2 giugno, 1 - 54033 Carrara  - Codice Fiscale e Partita IVA: 00079450458

Telefono: +39 0585 6411 - Fax: +39 0585 641381 - E-mail: urp@comune.carrara.ms.it - Posta Elettronica Certificata: comune.carrara@postecert.it

Il portale del Comune di Carrara è un progetto realizzato da ISWEB S.p.A. con la soluzione eCOMUNE

- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Carrara è sviluppato con il CMS ISWEB® di ISWEB Srl www.internetsoluzioni.it